San Giovanni di Gerace

 

Le Chiese

L'Associazione

Dove Siamo

Manifestazioni

Iniziative Scrivici Messaggi

 

Festa di Maria Santissima delle Grazie

Settembre 2002

 

Segui la festa in diretta giorno per giorno sulle pagine di

www.sangiovannidigerace.com

Questa sezione del sito documenterà le varie fasi della festa, per consentire a chiunque, in qualunque parte del mondo, di potervi partecipare...

 

Giovedì 5 settembre 2002 

Ore 16.00 - Cominciano i preparativi per la festa della Madonna. Il popolo di San Giovanni accorre numeroso al Santuario delle Grazie per assistere ad un avvenimento importante: la statua della Madonna viene rimossa dalla sua "nicchia", collocata sulla sua Vara ed esposta alla venerazione dei fedeli.

  Ore 19:45 - U Signu (il "segnale") - I fuochi pirotecnici annunciano ai Sangiovannesi e ai paesi vicini l'inizio delle solenni celebrazioni in onore di Maria Santissima delle Grazie .
 

Venerdì 6 settembre 2002

  Ore 18:30 - Nel Santuario gremito comincia la prima celebrazione della Novena della Madonna delle Grazie. Già dal primo pomeriggio erano arrivati i primi pellegrini accorsi per visitare la Madonna...
 

Sabato 7 settembre 2002

  Ore 18:30 - Secondo giorno della Novena. Nonostante la pioggia, anche oggi il Santuario si riempie di Sangiovannesi e di pellegrini venuti dai paesi vicini.
 

Domenica 8 settembre 2002

  Ore 15:30 circa - Come da tradizione, i gruppi di pellegrini provenienti da Martone arrivano a San Giovanni a piedi attraverso la strada campestre della fiumara . Ogni pomeriggio, per tutti i nove giorni della Novena, i martunisi vengono a recitare il Rosario ai piedi della Madonna delle Grazie.
  Ore 18:30 - E' il terzo giorno della Novena. Come ogni sera, la Messa è molto partecipata, e nella chiesa pienissima risuonano i canti dedicati alla Madonna.
 

Lunedì 9 settembre 2002

  Ore 17:00 circa - Per le strade del paese arriva l'annuncio della festa con il gioioso suono dei tamburi del signor Raffaele Tripodina - u tamburinaru - , che ricorda orgoglioso come dal lontano 1936, con la sola interruzione degli anni della seconda guerra mondiale, il suo tamburo animi le Novene della Madonna delle Grazie.
  Ore 18:30 - Quarto giorno del Novenario. Comincia la settimana della Madonna e l'affluenza di fedeli al Santuario aumenta sempre di più.
 

Martedì 10 settembre 2002

  Ore 18:30 - E' la quinta Celebrazione della Novena. A cinque giorni dal grande giorno intorno al Santuario si sente già l'atmosfera di festa e di gioia che pervade ogni cosa.
 

Mercoledì 11 settembre 2002

  Ore 18:30 - Per il sesto giorno della Novena il popolo di San Giovanni di Gerace riceve la visita del suo pastore: il Vescovo di Locri-Gerace mons. Giancarlo Bregantini  presiede la celebrazione della Cresima nel Santuario delle Grazie stracolmo di fedeli . Durante l'omelia il Vescovo saluta tutti gli emigrati sangiovannesi in Australia tornati in questi giorni a San Giovanni e ricorda il tragico anniversario che ricorre proprio in questa giornata, ad un anno esatto dagli attentati terroristici di New York e Washington.
 

Giovedì 12 settembre 2002

  Ore 18:30 - Comincia il solenne Triduo di preghiera dedicato alla Madonna delle Grazie: gli ultimi tre giorni della Novena sono scanditi dalla predicazione di un simpatico sacerdote romano.
 

 

  Ore 18:30 - Il penultimo giorno del Novenario. E' il primo giorno di grande afflusso di pellegrini al Santuario. I canti popolari accompagnano la messa, che si conclude a sera inoltrata...  
  Ore 20:30 - Al Campetto Comunale è di scena lo scontro tra i tre grandi rioni del paese: il Primo Trofeo Maria Santissima delle Grazie vede affrontarsi la squadra di Susu Casali, la squadra d'A Chjiazza e la Squadra di Jusu Casali. Questo vivissimo triangolare di calcetto si conclude con la vittoria della squadra di Susu Casali (vai alla pagina dedicata al Triangolare), che conserverà per un anno il prezioso Trofeo, opera offerta all'Associazione I cotrari du Pianu dallo scultore Attilio Papandrea. 
  Ore 22:00 - La serata prosegue all'Anfiteatro Comunale con il simpatico spettacolo musicale organizzato da Antonio Galluzzo e il suo gruppo di amici. Tra karaoke, balli latino-americani e tarantella il divertimento prosegue fino a notte inoltrata. E' l'una di notte e si ritorna a casa a riposare: due giornate molto intense ci attendono.
 

Sabato 14 settembre 2002

  Ore 8:30 - La prima Messa dà l'avvio alla jornata, nella quale per voto numerosi fedeli rimangono per tutto il giorno in raccoglimento e preghiera ai piedi della Madonna delle Grazie. Per tutto il pomeriggio continua l'arrivo dei pellegrini. Intanto le vie del paese si popolano di bancarelle e venditori giunti per i due giorni della festa. L'atmosfera è allietata dalla Banda di Bivongi (RC) che sfila per le strade e si dirige verso il Santuario.
  Ore 18:30 - Ultima Celebrazione della Novena, sicuramente la più intensa e partecipata. Fuori dal Santuario uno scrosciante temporale, all'interno centinaia di persone assistono alla Messa. Colonna sonora della giornata sono le grazioni popolari che cantano i mille titoli della Vergine Maria.
  Ore 20:00 - Nella piazza Municipio il ballo del  di fuoco annuncia a tutti i sangiovannesi che la festa è davvero arrivata...
  Ore 22:00 - Comincia la Veglia di preghiera (a Nottata) animata da canti e preghiere, che è il momento più partecipato di tutti i festeggiamenti. Il foltissimo gruppo di devoti si prepara a trascorrere tutta la notte in raccoglimento, attendendo il giorno di festa. Il clima di preghiera, in qualche modo "turbato" dal concerto bandistico che si esibisce nel Santuario, si scioglie nei canti che risuonano nella notte piovosa di San Giovanni di Gerace.
 

Domenica 15 settembre 2002

  Ore 05:00 - E' l'alba a San Giovanni di Gerace. Con la Santa Messa, si conclude la Nottata . I fedeli ritornano alle loro case e si incrociano con i pellegrini che arrivano invece dai paesi vicini. Il giorno di festa è arrivato e il popolo sangiovannese si appresta a tributare i suoi onori alla Madre delle Grazie.
  Ore 06:30 circa - Si compie il rito dell'oro. La statua della Madonna delle Grazie viene adornata del suo tesoro, costituito dai gioielli lasciati in dono dai fedeli per grazia ricevuta .
  Ore 07:00 - L'inizio del giorno di festa è siglato dai colpi di mortaio che frangono il cielo sereno del mattino
  Ore 08:30 - La Messa dei Pellegrini è tutta dedicata a coloro che vengono, da tutte le zone della Calabria, a celebrare la Madonna.
  Ore 10:30 - La Solenne Celebrazione Eucaristica culmine dei festeggiamenti di Maria Santissima delle Grazie. Nel Santuario gremito migliaia di persone arrivano per questo momento centrale della giornata.
  Ore 12:00 - Inizia la Processione. La statua della Madonna esce dal Santuario accompagnata dal suono festoso delle campane e da un lunghissimo applauso. E' questo il momento più toccante, che fa commuovere soprattutto gli emigrati tornati dopo tanti anni ad assistere a questa scena 
  Ore 13:00 circa - La pioggia scrosciante costringe ad interrompere la processione nella Seconda Traversa Matteotti. La statua viene ospitata provvisoriamente nell'ampio garage della famiglia Nigro, in attesa che la pioggia cessi di cadere e si possa proseguire la processione .
  Ore 13:41 - La pioggia è finita. Riprende la Processione .
  Ore 13:50 circa - La processione attraversa Via Roma (vai ai videoclip).
  Ore 15:30 circa - Dopo varie interruzioni, che costringono a "riparare" la Statua della Madonna anche nelle altre due chiese del paese , la processione si conclude con il ritorno della Madonna al suo Santuario. Per tutto il pomeriggio, nonostante la pioggia, continua l'afflusso di pellegini.
  Ore 18:30 - L'ultima Messa di questa giornata conclude le celebrazioni religiose in onore di Maria Santissima delle Grazie.
  Ore 20:30 - In Piazza Municipio ritorna lo spettacolo del Cavalluccio pirotecnico .
  Ore 22:00 - In Piazza Municipio si esibisce l'Equipe 84 .
  Ore 24:00 - Il magnifico spettacolo di fuochi d'artificio  della ditta Argirò di Gioiosa Jonica  chiude i festeggiamenti della Madonna delle Grazie. Il popolo di San Giovanni si gode lungo il Ponte questo ultimo atto della festa e si dà appuntamento all'anno prossimo (20 e 21 settembre 2003).